Trekking in montagna

Trekking in montagna

L'escursionismo in montagna è una delle attività più popolari nella regione occidentale del Kosovo, mentre Peja si distingue per questo in quanto è la porta d'ingresso al Parco Nazionale Bjeshkët e Nemuna. Essendo anche la porta di accesso a questo parco, dalla città di Peja passano molti alpinisti, alpinisti e amanti della natura che visitano queste parti montuose non solo per trascorrere il fine settimana ma anche per effettuare spedizioni escursionistiche e conquistare le vette delle montagne di Maledetto o poiché sono altrimenti noti alla popolazione con i nomi di Alpi albanesi e Monti Beati. Rugova, che è la più grande area montuosa dei Monti Nemuna, appartiene al comune di Peja e offre grandi opportunità attraenti per lo sviluppo dell'attività escursionistica in montagna. Ora in questa zona montuosa sono stati sviluppati percorsi che offrono esperienze giornaliere, settimanali ma anche più lunghe che durano fino a 12 giorni e attraversano i confini di stato, mentre questi percorsi sono lavorati in modo molto adatto a tutte le età e generi fornendo esperienze per principianti ai professionisti. Ciò che distingue Peja è la vicinanza alle sue montagne e gli appassionati di escursionismo ma anche molti turisti che visitano Peja possono iniziare a camminare proprio dalla città e avvicinarsi alle montagne per proseguire poi sui sentieri che hanno scelto di attraversare e che si sperimentano. A questo proposito, tutti gli escursionisti e i visitatori di Peja possono sperimentare percorsi giornalieri locali che raggiungono una lunghezza fino a 20 km, quindi quelli regionali che possono durare fino a 1 settimana passando tra loro alcuni comuni della regione occidentale e che la lunghezza può raggiungere fino a 100km o anche transfrontalieri come i sentieri "Balkan Peaks, Via Dinarica and Maledetto Mountains experience" che collegano lo stato del Kosovo con il Montenegro e l'Albania e che la loro lunghezza arriva fino a 200km. Gli appassionati di questa attività sono attivi durante le 4 stagioni (primavera, estate, autunno e inverno) sperimentando le numerose bellezze naturali e le esperienze degli incontri con la gente del posto.

INVASIONE DELLE CIME MONTAGNE

La vetta più alta di Peja è Guri i Kuq che raggiunge un'altezza di 2522 m, ma Peja è la porta di accesso alle montagne di Nemuna, quindi non solo le vette di Peja ma anche molte altre vette che si trovano in altri comuni che fanno parte del parco nazionale Bjeshkët Le maledizioni possono essere fatte tramite Peja. La conquista delle vette o l'attività alpina è abbastanza sviluppata a Peja e ciò risale al 1928 con la costituzione della prima associazione alpinistica in Kosovo nota come "Gjeravica". Tutto questo grazie al facile accesso dalla città ai monti Rugova e Bjeshkët e Nemuna, ai terreni montuosi adatti all'accesso alle zone montuose più profonde, nonché alle vette che la stessa Peja offre. Ci sono alcune cime che superano il livello di altitudine sopra i 2000m ma quelle più attraenti si possono distinguere come Red Stone 2522m, Çfërla 2461, Hajla 2403m, Vjellaku 2014m, Rusolia2381m, Maja Hasani 1900m ecc. Ciò che ha fatto risaltare Peja è che alcune delle vette come il picco di Çfërle, il picco Vjellaku, il picco di Hasan, il picco di Kopranik, ecc. si possono realizzare partendo dal centro cittadino senza bisogno di mezzi di trasporto, mentre le altre vette bisogna viaggiare verso la zona montuosa di Rugova che non ha grandi distanze e la strada per i punti dove inizierete la vostra scalata è molto interessante e con tante bellezze naturali come cascate, fiumi, gole, grotte, ecc.

Da provare

it_IT